Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Presentazione della 16a Quadriennale d'Arte

Data:

27/06/2016


Presentazione della 16a Quadriennale d'Arte

Introduce l'Ambasciatore d'Italia

Ettore Francesco Sequi

 

interviene il Presidente della Quadriennale,

Franco Bernabè

 

16a Quadriennale d’arte

Altri tempi, altri miti

Torna dopo otto anni la Quadriennale d’arte al Palazzo delle Esposizioni nell’autunno-inverno 2016 con il titolo “Altri tempi, altri miti”. La mostra si colloca in una grande tradizione storica, rivitalizzata con formule di produzione innovative e pratiche espositive non convenzionali per perseguire con maggiore efficacia il proprio mandato: proporre una mappatura delle arti visive contemporanee in Italia.

Coproduzione della Fondazione La Quadriennale di Roma e dell’Azienda Speciale Palaexpo, la Quadriennale d’arte e’ l’unica esposizione istituzionale dedicata al contemporaneo italiano, che, grazie a un piano di rilancio voluto dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Dario Franceschini, e caratterizzato da una forte impronta innovativa impressa dal Presidente della Fondazione La Quadriennale di Roma, Franco Bernabè, riapre le porte al pubblico dal 13 ottobre 2016 al 8 gennaio 2017 al Palazzo delle Esposizioni.

11 curatori per 10 sezioni espositive, selezionati da una giuria esterna di 5 esperti interdisciplinari.

99 artisti. 150 opere, di cui 60 nuove, le altre quasi tutte realizzate negli ultimi due anni. Un calendario di eventi collaterali diffusi a Roma sull’arte contemporanea italiana, al quale hanno già aderito 25 realtà tra musei, fondazioni, gallerie private, tuttora aperto a nuovi interessati. Una giuria internazionale di direttori museali. Un roadshow all’estero con prime tappe la Biennale di Berlino e Art Basel. Un budget di 2 milioni di euro, di cui metà autofinanziati.

Sono questi i numeri con i quali riparte la Quadriennale d’arte, l’unica esposizione istituzionale dedicata al contemporaneo italiano, sotto la guida del Presidente della Fondazione, Franco Bernabè.

Due i principali obiettivi di questa edizione: contribuire in maniera significativa a individuare e a valorizzare le espressioni più rilevanti dell’arte italiana dopo il Duemila, dare voce a una pluralità di linguaggi e sprigionare le potenzialità delle nuove generazioni. Un obiettivo non secondario sarà quello di promuovere la conoscenza dell’arte contemporanea italiana nelle scuole attraverso un’intensa attività didattica.

Ogni sezione propone ipotesi interpretative della nostra cultura visiva contemporanea in relazione con il contesto internazionale.

 

RSVP: iicpechino@qq.com

Informazioni

Data: Lun 27 Giu 2016

Orario: Dalle 17:00 alle 19:00

Ingresso : Libero


Luogo:

Teatro dell'Istituto Itaiano di Cultura

1227