Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

WEAREITALY - STAY TUNED ON IT - Gianluca Petrella e Danilo Rea

Data:

24/04/2020


WEAREITALY - STAY TUNED ON IT - Gianluca Petrella e Danilo Rea

#WEAREITALY - STAY TUNED ON IT

weareitaly

Eccoci ad un altro appuntamento con #WeAreItaly #StayTunedOnIt, iniziativa lanciata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Italiano per mantenere il forte legame che il pubblico di tutto il mondo nutre per la cultura e le bellezze dell'Italia. Questa volta parliamo di Jazz.

Oggi vi presentiamo i jazzisti

Gianluca Petrella e Danilo Rea

petrella1

Gianluca Petrella

Uno dei più talentuosi trombonisti sulla scena internazionale (ha vinto per due anni consecutivi il il celebre “Critics Poll” della rivista Down Beat, nella categoria “artisti emergenti”), Gianluca Petrella (classe 1975) ha iniziato la sua carriera oltre 20 anni fa.

Ha collaborato con artisti internazionali, quali Steve Swallow, Greg Osby, Carla Bley, Steve Coleman, Tom Varner, Michel Godard, Lester Bowie, Sean Bergin, Hamid Drake, Marc Ducret, Roswell Rudd, Lonnie Plaxico, Ray Anderson, Pat Metheny, Oregon, John Abercrombie, Aldo Romano, Steven Bernstein e la Sun Ra Arkestra diretta da Marshall Allen, e con importanti musicisti italiani come Enrico Rava, Paolo Fresu, Stefano Bollani, Giovanni Guidi e recentemente con Jovanotti.

petrella2

È impegnato anche in territori extra-jazzistici, soprattutto con i vari progetti dedicati all’elettronica.

Attualmente, in qualità di leader, è attivo con il nuovissimo quintetto “Cosmic Renaissance”, il Trio 70’s (con Michele Papadia e Stefano Tamborrino), l’ormai consolidato e acclamato duo con Giovanni Guidi, “SoupStar”.

petrella3

Intensa è la collaborazione con Enrico Rava e il formidabile quartetto Brass Bang, che lo vede protagonista accanto a Paolo Fresu, Steven Bernstein e Marcus Rojas.

Per vedere il video di Gianluca Petrella clicca il link seguente:

https://v.youku.com/v_show/id_XNDY0NjAxNTI2MA==.html

rea1

DANILO REA si diploma a Roma al Conservatorio di Santa Cecilia in pianoforte con il massimo dei voti e lì attualmente insegna nella cattedra di jazz. Studi classici, rock e pop influenzano la sua formazione e convergono attraverso il jazz, la sua vera passione, in uno stile inconfondibile e unico composto di due ingredienti fondamentali: melodia e improvvisazione.

Appena maggiorenne esordisce con lo storico Trio di Roma con Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto; parallelamente accompagna come pianista i più importanti cantautori italiani: Mina lo vuole prima ancora di Gino Paoli, ed entrambi gli restano fedeli negli anni, fino a oggi. Intanto collabora con Claudio Baglioni, Pino Daniele, Domenico Modugno, Fiorella Mannoia, Riccardo Cocciante, Renato Zero, Gianni Morandi e Adriano Celentano.

rea2

Il suo talento lo porta ben presto ad affermarsi anche sulla scena internazionale e a suonare al fianco dei più grandi nomi del jazz come Chet Baker, Lee Konitz, Steve Grossman, Bob Berg, Phil Woods, Michael Brecker, Tony Oxley, Joe Lovano, Gato Barbieri, Aldo Romano, Brad Mehldau, Danilo Pérez, Michel Camilo, Luis Bacalov.

rea3

 

Il suo primo lavoro da solista è “Lost in Europe” (2000) composto durante un tour in Europa; nel 2003 pubblica “Lirico”, in cui miscela lirica e jazz improvvisando sui temi operistici mettendone in luce la grande attualità. Seguono “Solo” (2006) e “Introverso” (2008) fino ad arrivare al pluripremiato “A Tribute to Fabrizio de André”, omaggio al grande cantautore e poeta italiano, inciso per la prestigiosa etichetta tedesca ACT nel 2010. Ma sono i suoi concerti di piano solo, con le sue improvvisazioni che spaziano su qualsiasi repertorio, a conquistare le platee di tutto il mondo: oltre a essere il primo jazzista ad avere un concerto di piano solo alla sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica (nel 2003), nel 2006 è protagonista di un memorabile concerto al Guggenheim Museum di New York. Nel 2009 siesibisce al Teatro la Fenice di Venezia. Il 16 ottobre 2015 esce “Something in our way” (Warner Music Italy), nuovo disco in piano solo ispirato all’indimenticabile repertorio dei Beatlese dei Rolling Stones.

Per vedere il video di DANILO REA clicca il link seguente:

 https://v.youku.com/v_show/id_XNDY0NjAxNjkxMg==.html

Informazioni

Data: Ven 24 Apr 2020

Ingresso : Libero


1691