Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Lab - Yit la piattaforma per l'arte comtemporanea italiana in Cina

Data:

17/12/2011


Lab - Yit  la piattaforma per l'arte comtemporanea italiana in Cina

Il lancio ufficiale del progetto avverà sabato 17 dicembre 2011, presso Zajia Lab. Per l'occasione sarà presentata una selezione di lavori video prodotti da alcuni artisti italiani in Cina. Artisti: Girolamo Marri, Chiara Mu, Sabrina Muzi, Giancarlo Norese, Giusy Pirrotta, Alessandro Rolandi, Nadir Valente Curata da Cecilia Freschini Organizzata da lab-Yit & ZA Project Opening: Sabato 17 Dicembre 2011 alle 18:30 Cena italiana alle 19:30, con il patrocinio ISA & CRIS (a pagamento) Durata: 18 - 28 dicembre, 2011 Screening time: il 17 dicembre alle 18:30 e il 22 dicembre alle 20:00 (Ingresso gratuito) Venue: ?? zajia lab // beijing project space Tel: 15601122252 / +10.84049141/ zajialab@126.com Hong En Daoist Temple (beside Bell Tower food market) Doufuchi Hutong, Dongcheng District, Beijing Lab-Yit è una piattaforma per l’arte contemporanea italiana in Cina, strutturata come un’organizzazione artistica indipendente no profit che intende avvicinare la comunità artistica italiana con quella cinese. Il carattere cinese ? “yi” e’ il carattere abbreviativo che identifica l’Italia, ma non solo: rappresenta e racchiude il concetto di “intenzione-volontà”. Nella tradizione cinese, l'emanazione yì ? viene associata al pensiero, al proposito, all’idea, all’intuizione e al desiderio. Inoltre, questo carattere incorpora il morfema xin ?,che racchiude il significato di “mente-cuore”. In questo rapporto, non casuale, quando lo xin (mente-cuore) genera lo yi (intenzione-volontà), quest’ultimo potrà guidare al conseguimento di un certa attività, arrivando così a un risultato più profondo e completo. La vera volontà, quindi, è guidata non solo dal cervello, soggetto all’azione dei mille io, ma dalla mente in unione con il cuore. INTRODUZIONE AL PROGETTO Lab-Yit è un Italian art point con sede a Pechino che nasce dalla precisa esigenza di costituire un punto di appoggio e riferimento per l’Italia in Cina. Lab-Yit, si rivolge sia a un pubblico italiano che vuole interagire con la Cina, sia a quello locale che desidera conoscere la contemporaneità artistica italiana. Lab-Yit è finalizzata a sostenere, promuovere e dare visibilità all’arte contemporanea italiana in Cina, tramite l'organizzazione di eventi, meeting, conferenze, residenze e altre tipologie di servizi. Lab-Yit mette, inoltre, concretamente a disposizione un knowledge consolidato e vari servizi, tra cui: una biblioteca, una videoteca e un deposito d’arte, gratuitamente consultabili. L'obiettivo principale del progetto è l’attività di sostegno e promozione in ambito nazionale e internazionale della giovane arte italiana e grazie alle diverse sinergie in atto favorire e sviluppare progetti artistici italiani site specific, integralmente inseriti nel contesto locale e a stretto contatto con l’ambiente culturale cinese. Lab-Yit è particolarmente interessata a portare l’arte al di fuori di situazioni museali o commerciali delle gallerie, lavorando sul contesto sociale locale al fine di instaurare dinamiche innovative tra gli artisti, gli individui e la comunità. TEAM AND PATNERSHIP Lab-Yit nasce dall’esigenza di riunire e dare maggior forza e concretezza al lavoro di alcuni italiani che, da anni, si occupano d’arte contemporanea in Cina. Il team si avvale della sinergia di varie persone e istituzioni e trae vantaggio dall’esperienza e dal knowledge acquisiti nel tempo. Fondatrice e presidente dell’organizzazione è Cecilia Freschini, curatrice indipendente e intermediatrice culturale, che da 7 anni vive e lavora a Pechino. Lab- Yit collabora regolarmente con eventi e rassegne di qualità in un'ottica di interdisciplinarietà e avvalendosi di partnership sia a livello pubblico che privato, in Italia e in Cina. A livello istituzionale Lab-Yit è supportato in loco dall’ Istituto Italiano di Cultura di Pechino e Shanghai, dal Consolato Generale di Canton e dall’ Italian Economic Trade and Cultural Promotion Office di Taiwan. Inoltre il progetto si avvale del supporto della Central Academy of Fine Arts di Pechino, del Sichuan Fine Arts Academy e il New Media Fine Arts Academy di Chongqing.

Informazioni

Data: Sab 17 Dic 2011


712